La medicina dello sport è una disciplina scientifico-clinica, a carattere polidisciplinare relativamente giovane che ha avuto un notevole sviluppo negli ultimi tempi. L’incremento di questo fenomeno è dovuto alla diffusione dello sport di massa, al viraggio dei valori verso il salutismo, al culto della forma fisica, della propria persona e alla presa di coscienza da parte della popolazione che l’attività fisica (insieme ad una sana ed equilibrata alimentazione) è una terapia efficace contro la diffusa sindrome ipocinetica causata dalla sedentarietà. La medicina dello sport in Italia assume così il ruolo fondamentale di medicina preventiva a tutela non solo della pratica sportiva agonistica ed amatoriale ma anche nei riguardi di tutta la popolazione.

VISITE PER L’ACCERTAMENTO DELL’ IDONEITA’ SPORTIVA

Diagnostica Romeo è in grado di effettuare in tempi brevi, oltre alla visita per la certificazione dell’idoneità sportiva agonistica, anche altri tipi di prove strumentali e di test funzionali per la valutazione di tutti coloro i quali, dall’infanzia all’età più avanzata, praticano sport a titolo non agonistico, ricreativo o ludico.Nei centri Diagnostica Romeo è infatti possibile effettuare anche visite per l’idoneità sportiva non agonistica e visite per l’idoneità ad attività sportiva di elevato impegno cardiovascolare.

medicina-dello-sport

VISITA D’IDONEITA’ SPORTIVA AGONISTICA

La visita d’idoneità sportiva agonistica è una visita che viene effettuata al fine di escludere la presenza di patologie o malformazioni che siano controindicazioni all’attività agonistica. Al termine di tale indagine il medico dello sport rilascia il certificato d’idoneità sportiva agonistica attestante l’idoneità della persona richiedente allo svolgere una pratica sportiva a livello agonistico. Di norma questo certificato ha una validità di un anno dalla sua emissione, salvo che per alcuni sport per i quali vale due anni (ad esempio per le bocce, il golf).
La visita per quasi tutte le discipline sportive prevede i seguenti accertamenti:

Visita medica effettuata dallo specialista in medicina dello sport che comprende:
L’accurata indagine anamnestica;
La valutazione strutturale antropometrica (valutazione: peso corporeo in Kg., altezza in cm., trofismo muscolare, flessibilità e determinazione del rapporto massa magra/massa grassa);
Elettrocardiogramma (ECG);
Elettrocardiogramma da sforzo;
Spirometria;
Esame delle urine;

Fanno eccezione alcuni sport come il tiro con l’arco o le bocce che non prevedono l’ECG da sforzo e altri, come il pugilato ed alcune discipline dello sci che prevedono esami aggiuntivi come la visita neurologica e l’elettroencefalogramma (EEG). La visita d’idoneità sportiva agonistica può essere integrata da eventuali accertamenti come l’ecocolor-Doppler cardiaco, l’Holter ECG e l’Holter pressorio, laddove il medico sportivo li ritenga necessari a chiarire eventuali dubbi diagnostici.

CHI PUO’ EFFETTUARE LA VISITA D’IDONEITA’ SPORTIVA AGONISTICA

La visita per l’idoneità alla pratica di uno sport agonistico può essere effettuata soltanto dallo Specialista in Medicina dello Sport che, però, deve operare in strutture autorizzate pubbliche o private e deve risultare iscritto nell’apposito albo regionale degli specialisti.

VISITA D’IDONEITA’ SPORTIVA NON AGONISTICA

La visita d’idoneità sportiva non agonistica viene effettuata a tutti coloro i quali praticano attività sportiva a livello non agonistico, al fine di valutare l’eventuale presenza di patologie che siano delle controindicazioni all’attività sportiva non agonistica. Tale visita può essere svolta dal medico dello sport, dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta ed è obbligatoria per i seguenti soggetti:

– Alunni che svolgono attività sportiva organizzata dalle scuole nell’ambito delle attività parascolastiche in orario extra-curriculare;
– Studenti che partecipano ai Giochi della Gioventù nelle fasi precedenti a quella nazionale;
– Tutti coloro che svolgono attività organizzate dal CONI, da società sportive affiliate alle Federazioni sportive nazionali, agli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI, che però non siano considerati atleti agonisti.

La visita d’idoneità non agonistica prevede i seguenti accertamenti:

Visita medica con accurata anamnesi
Misura della pressione arteriosa
Elettrocardiogramma

Gli atleti che si sottopongono a questa visita ottengono, se idonei, il certificato d’idoneità per l’attività sportiva non agonistica, che ha una validità di un anno. Tale certificato è generico, cioè non vi è indicazione dello sport praticato, per cui gli atleti possono utilizzarlo per praticare diversi sport a livello non agonistico.

VISITA D’IDONEITÀ’ SPORTIVA NON AGONISTICA PER ATTIVITA’ AD ELEVATO IMPEGNO CARDIOVASCOLARE

Questo tipo di visita si effettua a soggetti non tesserati ad una società sportiva che partecipano a manifestazioni di “particolare ed elevato impegno cardiovascolare” patrocinate da Federazioni sportive, Discipline associate e da Enti di promozione sportiva. Ad esempio: manifestazioni podistiche di lunghezza superiore ai 20 km, gran fondo di ciclismo, di nuoto, di sci di fondo o altre tipologie analoghe. Tali attività vengono definite: attività di particolare ed elevato impegno cardiovascolare. La visita d’idoneità sportiva non Agonistica per attività ad elevato impegno cardiovascolare prevede i seguenti accertamenti:

Visita medica con accurata anamnesi e con rilevamento della pressione arteriosa
Elettrocardiogramma
Elettrocardiogramma da sforzo

Gli atleti che si sottopongono a questa visita ottengono, se idonei, un certificato di stato di buona salute, della durata di un anno, adatto allo svolgimento dell’attività sportiva non agonistica di elevato impegno cardiovascolare.

I commenti sono chiusi.